Minestra di Natale "a modo nostro"
Print Recipe
Questa è la ricetta tradizionale della minestra di Natale. Noi abbiamo sostituito i maccheroni di natale con dei maltagliati preparati a mano.
Porzioni
4/6 persone
Porzioni
4/6 persone
Minestra di Natale "a modo nostro"
Print Recipe
Questa è la ricetta tradizionale della minestra di Natale. Noi abbiamo sostituito i maccheroni di natale con dei maltagliati preparati a mano.
Porzioni
4/6 persone
Porzioni
4/6 persone
Ingredienti
Porzioni: persone
Istruzioni
  1. 1. Si pone a freddo in una capace pentola il cappone precedentemente lavato con sapone di Marsiglia e sciacquato bene, l’osso, il sale, con carota, cipolla, aglio, sedano e prezzemolo. 1. Il brodo deve cuocere lentamente e coperto. 2. A cottura ultimata si toglie tutto dalla pentola lasciando solo il brodo, lo si filtra e lo si lascia, coperto, fuori casa (in giardino o sul balcone), fino al giorno dopo.
  2. 3. E’ ammessa con molte riserve, la sostituzione del brodo di cappone con uno, ottimo, di gallina, ma c’è chi la considera un’esecrabile concessione. 4. Si prepara poi un battuto di aglio, cipolle, carota, sedano, prezzemolo e una manciata di pinoli, lo si pone in una casseruola e lo si fa soffriggere con poco olio.
  3. 5. Si aggiunge quasi subito la trippa, tagliata fine, la si fa un po’ rosolare, si aggiunge sale, mezzo bicchiere di vino bianco e un po’ di concentrato di pomodoro (poco). 6. Si copre il tutto con acqua e si fa cuocere per circa due ore, finché asciuga. 7. Attenzione a non farla attaccare: prende un sapore che la rende perfida ed inusabile. 8. Dopo averlo pulito si taglia il cardo a tocchetti (che vanno tenuti in acqua e limone perché non anneriscono) lo si fa lessare e lo si passa al burro. 9. A parte si sarà tenuta pronta la salciccia.
  4. Il Mattino Di Natale 1. Si recupera il brodo freddissimo lasciato fuori tutta la notte: in superficie si sarà formato uno spesso strato di grasso indurito, che va eliminato completamente! Poco Prima di Pranzo
  5. Poco Prima di Pranzo 1. Si porta il brodo in ebollizione; si aggiunge la trippa col suo sugo, il cardo, la salciccia, sfilata a palline dal suo budellino, e i maccheroni. 2. Quando i maccheroni sono quasi cotti, si spegne sotto la pentola e la si lascia coperta in modo che finiscano di cuocere: mai averli al dente, ma nemmeno sfatti! 3. La divina minestra è pronta: va scodellata ben calda a porzioni, cercando di distribuire in egual misura nella fondina trippa, salciccia, cardo e maccheroni nel delicato e squisito brodo di cappone, da cospargere di abbondante parmigiano.
Condividi questa Ricetta